facebook Info e Contatti Elenco Piante Eventi e Fiere Piante da ufficio

Tiglio - Tilia

Foto Tiglio

Il Tiglio, nome scentifico Tilia, faceva parte della famiglia Tiliaceae ma nell'ultima riclassificazione è entrato a far parte della famiglia Malvaceae, secondo l'ultima classificazione botanica APG. Originario di tutto il Nord del globo, è piuttosto comune anche in Italia.
Il Tiglio è un albero a foglia caduca molto longevo, anche plurisecolare, resistente al freddo e adattabile a qualsiasi condizione e terreno. Ha portamento eretto con chioma arrotondata e larga e può raggiungere e superare i 20 metri di altezza. Facile da coltivare, viene spesso posto anche lungo viali alberati e stradali data la resistenza allo smog delle città.
Nei fiori e nelle foglie del tiglio sono presenti oli essenziali molto usati in erboristeria, con proprietà balsamiche e calmanti, utili contro l'insonnia, il nervosismo e l'abbassamento della pressione sanguigna.
Il Tiglio è anche una pianta molto mellifera. Con i fiori si può ricavare un ottimo miele balsamico e dolce, spesso mono floreale o miscelato, reperibile facilmente anche nei supermercati comuni.
A Macugnaga (VB) in Piemonte è famoso il Tiglio nei pressi del cimitero, varietà Tilia platyphyllos, che si presume possa avere oltre 700 anni.
A Malborghetto (UD) in Friuli Venezia Giulia, varietà Tilia vulgaris, all'interno del cortile Palazzo Veneziano è presente un Tiglio con età superiore ai 500 anni.

Coltivazione, terreno e piantagione

Il Tiglio ama le posizioni soleggiate e si può coltivare in qualsiasi tipo di terreno ben drenato. Al momento della piantagione è molto utile scavare un'ampia buca, almeno 2 o 3 volte il volume della zolla e delle radici, effettuare una buona concimazione e annaffiare regolarmente. Con il passare degli anni diviene autonomo e richiede pochissime cure, fra cui la potatura di mantenimento forma o l'eliminazione dei rami secchi o spezzati.
Il Tiglio si moltiplica sia per seme che per talea, in alcuni casi si può anche usufruire dei polloni basali, rimuovendoli con almeno qualche piccola radice.

Fiori e foglie

Foto Tiglio Tilia
Foto by: verdeinfiore.it

Il Tiglio fiorisce in estate, fra Giugno e Luglio, con fiori bianco panna e piuttosto profumati. Ottimi per creare un delizioso miele anche mono floreale.
Le foglie sono cuoriformi con la punta acuminata ma non rigida, margini leggermente seghettati e possono avere una leggera peluria in base alla varietà.
Il tronco del Tiglio cresce spontaneamente piuttosto eretto, con corteggia liscia e grigia, diventando più rugosa con il passar degli anni.
Fra le varietà presenti ci sono:
-Tilia cordata o Tiglio selvatico, presente soprattutto nelle zone collinari e in pianura;
-Tilia platyphyllos o Tiglio nostrano, il più coltivato nei parchi e giardini per le foglie più grandi rispetto a quello selvatico;
-Tilia americana o Tiglio americano, può arrivare anche oltre i 30 metri di altezza;
-Tilia tomentosa o Tiglio argentato, con foglia nella pagina inferiore color grigio chiaro.
Esiste anche una varietà europea, chiamato Tilia europaea, o anche Tilia intermedia, una via di mezzo fra la varietà cordata e la platyphyllos.

Tabella informativa

Tiglio - Tilia
Temperatura Resistente al freddo
Esposizione Soleggiata
Terreno Si adatta bene a qualsiasi terreno purchè ben drenato
Annaffiatura Dopo i primi anni diventa autonomo
Concimazione Facoltativa con concimi organici
Potatura Di mantenimento
Malattie Malattie fungine, cancri
Portamento Albero a chioma fitta che può superare i 20m di altezza
Fogliame Foglia caduca
Fioritura Giugno/Luglio. Fiori profumati bianchi giallastri
Note particolari Ideale per creare zone d'ombra
Consigli utili:

Azalea
Azalea
Scopri di più

Lo trovi su
eBay

logo del sito
Il giardinaggio per tutti